Cooperativa Sociale Onlus AL.I.C.E.

Breve storia

Il Bari International Gender Film Festival è il primo festival di cinema e arti performative LGBTQI+ della città di Bari. Nato nel 2016, il progetto è promosso dalla sezione arti espressive della Società Cooperativa AL.I.C.E., che dal 2007 si occupa di progettazione sociale, culturale e artistica.

BiG coinvolge regist*, artist*, performer, attivist* e rappresentanti della comunità culturale e scientifica. Difende, sostiene e promuove la libertà e le diversità degli esseri umani e dei linguaggi artistici.

Attraverso il cinema, la danza, le parole e i corpi, BiG contribuisce alla costruzione di una cultura di rispetto verso tutte le soggettività presenti sul territorio pugliese e non solo, a prescindere dal sesso, dall’identità di genere, dagli orientamenti affettivi e sessuali, dalle caratteristiche fisiche, dalla provenienza nazionale o dall’appartenenza etnica.

BiG è nato a Bari, terra di pace, da secoli modello di accoglienza e convivenza di culture, opinioni, tradizioni. Il rispetto delle diversità è nel DNA del nostro festival: BiG ripudia i fascismi e i razzismi, le ingiustizie sociali e i leghismi. BiG rigetta il patriarcato, l’eterosessismo e i modelli tossici di mascolinità. BiG è il festival dell’accoglienza. Il festival che ama le differenze.

Nella nostra visione del mondo, il cinema e le arti rappresentano un medium privilegiato per educare alla maestosa bellezza e alla ricchezza delle diversità.

Dalla prima edizione del BIG, abbiamo invitato a Bari circa 120 ospiti dei mondi delle arti, della cultura e della ricerca, proiettato 35 lungometraggi, 50 cortometraggi e 26 documentari, organizzato 25 tra performance e azioni performative, realizzato 5 laboratori di pratiche corporee e di autodeterminazione, allestito 3 mostre di arte visiva, realizzato laboratori nelle scuole per l’educazione al rispetto della diversità, affrontato pubblicamente il diritto al sesso e all’amore delle persone con disabilità, supportato il dibattito sui corpi non conformi, sull’intersezionalità, sull’ecologia e l’ambientalismo.