Informazioni sul progetto

Il progetto “Hand to hand” contribuisce a contrastare le conseguenze della crisi ambientale in Etiopia, nei villaggi di Yetarak, Yewese, Yerzeb, Dakuna e Itemare, dove la popolazione è sostenuta all’85% dall’agricoltura, in particolare quella dei piccoli agricoltori. L’alto potenziale agricolo di queste zone, dovuto al suo clima e alle risorse idriche che ne rendono fertili i terreni, è fortemente danneggiato dai recenti cambiamenti climatici, che stanno causando gravi problemi di siccità, perdita dei raccolti e conseguente insicurezza alimentare e nutritiva, portando il paese ad avere uno dei più alti tassi di denutrizione al mondo. 

Affinché la popolazione possa diventare più resiliente di fronte a questa difficile situazione, stiamo introducendo nuove tecniche agricole e produttive, come i metodi della Climate Smart Agriculture, permettendo così di adattare le colture ai cambiamenti climatici.

Di grande importanza è anche il recupero dei saperi agricoli tradizionali. Sementi e culture autoctone rendono l’agricoltura rispettosa dell’ambiente e rappresentano un’alternativa più sostenibile ai fertilizzanti chimici che, al contrario, provocano inquinamento e perdita di biodiversità.

Il nostro impegno si concretizza nella distribuzione di sementi e materiali ecocompatibili e, soprattutto, sulla formazione e sullo scambio di buone pratiche. Vogliamo che la popolazione locale acquisisca le competenze necessarie per intervenire in modo autonomo nella lotta contro la crisi ambientale, migliorando la propria produzione agricola e contrastando così l’insicurezza alimentare e nutritiva.

Motivazioni

Di fronte a sfide climatiche sempre maggiori, oggi più che mai abbiamo bisogno del tuo aiuto per sostenere la produzione agricola di questi villaggi e garantire sicurezza alimentare a tutti. Sostieni la popolazione etiope colpita dalle conseguenze della crisi ambientale. Dona ora!