Informazioni sul progetto

<<Che cosa ne sarà del futuro di mio figlio quando non ci sarò più?>> è una domanda che unisce e, non di rado, preoccupa ogni genitore. Per rispondere a questa domanda un gruppo di genitori dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), nel 1997, ha creato la Fondazione Italiana Verso il Futuro Onlus, che attraverso il Progetto Domus permette, ogni mese, a circa 40 adulti con sindrome di Down, di età compresa tra i 18 e i 50 anni di sperimentarsi in modo graduale in una vita fuori dal proprio nucleo familiare rafforzando le proprie autonomie individuali.

Ogni persona inserita nel Progetto Domus inizia un percorso, personale e di gruppo, volto a riconoscersi ed avvicinarsi in un futuro in Casa Famiglia, il luogo che può rispondere in modo concreto al problema del “Dopo di Noi”, ossia il momento in cui i genitori non potranno più prendersi cura dei propri figli. 

Il Progetto Domus valorizza la crescita personale di ogni beneficiario, le amicizie e le relazioni di coppia. Ogni persona ha qui la possibilità di rafforzare le proprie autonomie abitative, mantenendo i propri impegni lavorativi e prendendosi cura della gestione quotidiana della casa. 

Si tratta di un progetto che, assieme alle 6 Case Famiglia che la Fondazione Italiana Verso il Futuro gestisce, svolge un ruolo importante nella città di Roma nella promozione dell’inclusione sociale delle persone con disabilità cognitiva. 

Dona al Progetto Domus, per promuovere un futuro indipendente alle persone con Sindrome di Down e altre disabilità cognitive, rendi questo possibile attraverso il tuo sostegno. 

Cosa succederà Dopo di Noi….lo puoi stabilire tu…con il tuo contributo!