Informazioni sul progetto

La Dichiarazione Universale dei diritti umani all’art. 26 recita: “Ogni individuo ha diritto all’istruzione. L’istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e di base. L’istruzione elementare deve essere obbligatoria. L’istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l’istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito.”

Siamo convinti che l’istruzione è un diritto a tutte le età. Anche al termine dell’istruzione di base, capacità professionali e tecniche addizionali derivanti da una efficace formazione professionale  sono una risorsa decisiva per il raggiungimento della crescita personale, economica, della piena integrazione e occupazione e della coesione sociale. Favorire la formazione di giovani e adulti, infatti, significa dare la possibilità di accedere al mondo del lavoro, di confrontarsi con la diffusione delle nuove tecnologie e l’internazionalizzazione dei mercati a esse connessa. La formazione garantisce la possibilità di un lavoro dignitoso, scampando alla povertà e all’emarginazione sociale. È quindi garanzia di sviluppo dell’intera comunità. Favorire l’inserimento dei bambini sin dalla più giovane età ci consente di intervenire prima possibile sulla malnutrizione infantile ed assicurare l’intero percorso formativo. La Scuola dell’Infanzia è la prima scuola che il bambino incontra nella sua vita. E’ un ambiente educativo di esperienze concrete che valorizza il gioco in tutte le sue forme ed espressioni come occasione di apprendimento, privilegia l’esperienza concreta, il fare produttivo, il contatto diretto con le cose e gli ambienti anche per orientare e guidare la naturale curiosità dei bambini in percorsi ordinati ed organizzati di esplorazione e ricerca. Garanzia di una migliore riuscita negli studi.

E’ con questa consapevolezza che l’Associazione Mondobimbi per l’Anno Scolastico 2019 / 2020 intende inserire 17 nuovi bambini vulnerabili nella classe 12eme del Villaggio Scolastico AFAKA, ultimo anno della Scuola dell’Infanzia, per garantire loro scolarizzazione, nutrizione, e salute. Il progetto prevede inoltre lavori strutturali e di arredamento, attività inerenti alla prima accoglienza e fornitura di materiale didattico.

Il Villaggio Scolastico AFAKA gestito dall’Associazione Mondobimbi si trova a Tulear, nel sud del Madagascar, l’ottavo Paese più povero al mondo per reddito nazionale lordo con il 75% della popolazione che vive sotto la soglia di povertà. Qui opera con l’obiettivo di fornire agli studenti la possibilità di avanzamento negli studi fino al conseguimento di una laurea, garantendo loro strutture e servizi adeguati. I 216 bambini tutti i giorni possono andare a scuola, usufruire di una mensa che offre loro colazione e pranzo e avere assicurata assistenza medica e servizi sanitari di base (ambulatorio medico e infermeria professionale). Ogni quindici giorni e per i periodi di non-scuola, vengono inoltre distribuiti a ciascun bambino alimenti crudi e prodotti per l’igiene per il consumo famigliare. Nel Villaggio vengono promosse attività extra scolastiche sportive e ricreative per favorire la socializzazione, rinforzare la formazione artistico-culturale dei bambini e degli educatori tramite corsi di lingua, informatica, cucina, cucito, igiene personale, etc. 

 

Motivazioni

La mission dell’Associazione è quella di sostenere, sotto i profili economico e sociale, i minori residenti a Tulear, nel sud del Madagascar, che vivono in condizioni di salute e assistenza particolarmente disagiate. Gli obiettivi che ne derivano sono il miglioramento della qualità della vita di tutti i soggetti target e il decremento del tasso di povertà relativamente al territorio coinvolto.